Eventi

Preghiera Italia in Puglia

Agosto 2016

Il cammino itinerante di preghiera lungo la penisola italiana, un’iniziativa di Preghiera Italia  era nel territorio Pugliese a fine  agosto “estate” quest’anno 2016. Per alcuni giorni eravamo a Torre Pali nel Salento dove abbiamo potuto rivolgere suppliche  in favore dell’autorità locale nella persona del sindaco, Ingegniere Vincenzo Passaseo.

 

Da Torre Pali ci siamo spostati al cosidetto tacco dello stivale d’Italia, Santa Maria di Leuca.  Ci siamo fermati esattamente alla corrispondenza dello stivale, dove  è ben  visibile i colori della congiunzione dei due mari, cioè, il mar Ionio e il mar Adriatico, là dove situa il faro di Leuca, ed abbiamo invocato  per diverso tempo, la Signoria del SIGNORE Yeshua il Messiah, prima sul luogo in sé, visto la gigantesca dedica idolatra. Perché la Bibbia afferma in (1 Timoteo 2:5)  “ infatti c’è un solo Dio e anche un solo mediatore fra Dio e gli uomini Cristo Gesù uomo”.

Abbiamo  proseguito chiedendo a Dio di proteggere l’Italia da qualsiasi intrusione maligna “ se il SIGNORE non protegge la città (nazione Italia) invano vegliano le guardie” afferma ancora la Bibbia nel (Salmo 127:1).

 

Sulla via del ritorno abbiamo fatto tappa nel capo luogo Pugliese, Bari , e recandoci nel porto,  abbiamo ancora chiesto la protezione dell’Eterno visto il suo punto strategico per la nazione Italia. In precedenza eravamo andati fisicamente nel Municipio,  e davanti alla  Prefettura pregando affinché il Signore Gesù Cristo conceda la sua grazia e saggezza sia al primo cittadino Antonio Decaro, che al prefetto Carmela Pagano negli esercizi delle loro funzioni.

 

Ringraziamento al Signore Gesù Cristo per averci concesso il privilegio e l’opportunità d’essere sulla breccia in questi luoghi.

 

Alla conclusione di ogni sessione di preghiera in questi tre luoghi, abbiamo potuto cantare, con lo sguardo rivolto verso il cielo.

 Santo! Santo! Santo

è il SIGNORE, nostro Dio degli eserciti,

che era, che è, e che deve venir”

 

 

Friday Osague

Il direttore Preghiera Italia

Preghiera Italia al Convegno Edipi Caserta

27-29 Novembre 2015

Come ogni anno l'Associazione Evangelici d'Italia per Israele (EDIPI) ha svolto il suo convegno annuale e quest'anno ha scelto la splendida cornice dell'Hotel Vanvitelli di Caserta da 27 al 29 novembre 2015.

Preghiera Italia era presente con un gruppo di intercessori realizzando una magnifica fusion di lode ed adorazione con i partecipanti interessati.

 

A Preghiera Italia è stata affidata la sessione di lode ed adorazione mattutina del giorno 29 in cui i presenti hanno sentito con urgenza la necessità di pregare ed intercedere per l'Italia in particolare per i politici italiani chiamati in questo periodo a prendere serie decisioni riguardo la politica estera italiana verso Israele.

Forte la richiesta di protezione della nazione dagli attacchi terroristici ma anche di nuovo vigore di cui urge la chiesa italiana.

 

Il presidente di Preghiera Italia Friday Osague ha presieduto la sessione del 29 novembre, mentre il  fratello Valter Lento, referente Edipi per la Calabria, la sessione del 28 novembre, intonando canti e proclamando la Parola con l 'autorità dello Spirito Santo. Una preghiera fervida è stata innalzata a Dio in favore della città di Caserta e nella persona del Commissario Straordinario il prefetto Maria Grazia Nicolò.

 

Preghiera Italia ha portato avanti il suo mandato scritto in I Timoteo 2:1-5 rivolgendo ardente supplica verso Israele come scritto in Daniele 9:14-19 e dichiarando solennemente  insieme a tutti i partecipanti a voce alta quanto segue:

“Da oggi 29 novembre 2015 SIGNORE Yeshua, non avremo riposo e non ti diamo riposo, finché tu Signore, non abbia ristabilito Gerusalemme e Israele, finché tu Signore non abbia fatto di lei la lode di tutta la terra. (Isaia 62: 6-7) Confidiamo nella tua parola oh Dio Onnipotente, che dice, Ecco colui che protegge Israele non sonnecchierà nè dormirà. (Salmo 121:4)”

Grazie nel nome di Gesù Cristo. Amen!

 

Siamo certi della presenza tangibile dello Spirito Santo e che ogni supplica è davanti al trono di Grazia.

Dio ha esaudito!

 

AM ISRAEL CHAI

 

Emanuela Candoli

PREGHIERA ITALIA A URBINO

08 Dicembre 2014

Il giorno 8 dicembre 2014, Preghiera Italia ha visitato Urbino nell’ambito della nostra iniziativa di presentare tutti i Municipi, Luoghi d’autorità e Città d’Italia al SIGNORE, Dio degli eserciti.

 

In una giornata intensa di preghiera, sospinti dallo Spirito Santo abbiamo potuto presentare davanti al Municipio di Urbino, le autorità locali della Città a COLUI che può ogni cosa, affinché elargisca le sue grazie e benedizioni sopra di essa e faccia sorgere intercessori di preghiera per la Città di Urbino e per l’intera Regione Marche.

 

Dopo una breve sosta per il pranzo, sotto l’impulso dello Spirito Santo, ci siamo recati in Via Stretta dove è  rimasta una Sinagoga Ebraica in disuso, un segno tangibile che il popolo della radice è passato anche da questo luogo. Qui abbiamo pregato davanti alla porta della Sinagoga ricordando: Ruben, Simeone, Levi,  Guida, Dan, Nefali, Gad, Aser, Issachar, Zabulon, Giuseppe e Beniamino, ovvero, le dodici tribù d’Israele. Cosi lo Spirito Santo ci ha guidato.

Siamo ritornati a casa allegri e gioiosi, glorificando DIO.

 

        Friday Osague

Direttore Preghiera Italia.

     (Preghiera Sicilia)

 

 

 

 

 

 

 

 

L’ORA DEL NATURALE ALLA CONQUISTA DELLO SPIRITUALE

CA’ BICCI LOCALITA’ PONTE MESSA, PENNABILLI (RM) 26 Ottobre 2014

 

“ ...ciò che è spirituale non viene prima; ma prima, ciò che è naturale; poi viene ciò che è spirituale” 1 Corinzi 15:46

 

 

Con questo spirito, Preghiera Italia coi suoi intercessori hanno fatto tappa il 26 ottobre 2014 a Cà Bicci, Località Ponte Messa di Pennabilli, Rimini. Un occasione ed opportunità  per ricordare il nostro mandato e comando come scritto in 1 Timoteo 2:1-5, “ esorto dunque, prima di ogni altra cosa, che si facciano suppliche, preghiere, intercessioni, e ringraziamenti per tuti gli uomini, per i re, e per tutti quelli che sono costituiti in autorità, affinché possiamo condurre una vita tranquilla e quieta in tutta pietà e dignità. Questo è buono e gradito davanti a Dio, nostro Salvatore....”   proclamando la Parola di Dio-Elohim, come lo Spirito Santo ce la sussurava.

Le difficolta e gli ostacoli si sono fatti subito avanti, ma il Re Eterno, Yeshua-Gesù, era li con noi a presiedere perché  facevamo la sua volontà.

Le benedizioni del nostro Signore Yeshua si sono subito materializzate e moltiplicate, accompagnate dalle sue esortazioni fra cui quella di rimanere fermi nell’opera affidataci, di concentrarci su un lavoro efficace e non sugli ostacoli mentre eravamo in piena adorazione e lode attraverso il messaggio di due nostri intercessori che eranno assenti “...qui una larga porta mi si è aperta a un lavoro efficace, e vi sono molti avversari” 1 Corinzi 16:8-9

 

Inoltre il Signore ci ha richiamato all’ubbidienza e alla nostra sottomissione al Padre. Isaia capitolo 53 ci ricorda appunto dell’esempio massimo dell’ubbidienza. Una vera aria fresca per il nostro cammino, quello di pregare per le autorità e per la nazione Italia, affinché sia guarita, sia salvata.  2 Cronache 7:14 “ se il mio popolo sul quale è invocato il mio nome, si umilia, prega, cerca la mia faccia e si converte dalle sue vie malvagie, io lo esaudirò dal cielo, gli perdonerò i suoi peccati, e guarirò il suo paese.”

Ed abbiamo potuto pregare secondo la Parola di Dio,  Genesi 1:28 “...moltiplicatevi, riempite la terra,....rendetevela soggetta,....”  dichiarando:  Intercessori di Preghiera Italia,  moltiplicatevi!  Moltiplicatevi nel nome di Yeshua, moltiplicatevi in potenza, in disciplina, in timore del Signore, in prudenza, in pazienza, in conoscenza, in perseveranza, in pace, in buone attitudini, in abbondanza , in giustizia ed in santità.

 

Il momento clue della giornata: le testimonianze riguardanti i Municipi e le città visitate  e presentate a Dio dagli intercessori di Preghiera Italia nel corso della settimana del nostro incontro a Cà Bicci.  I Municipi sono stati, quali luoghi istituzionali delle autorità locali fisicamente presentati al Signore in preghiera ed in supplica prima, e poi spiritualmente. Questo mandato di visitare i Municipi vedrà Preghiera Italia come ministero impegnato per tutto il territorio nazionale man mano che Yeshua ce lo permetterà.  Le testimonianze dei nostri intercessori hanno   confermato tangibilmente il nostro mandato, al di là di quanto potevamo o possiamo immaginare e pensare.

Passando da Bologna a Forli, da Rimini a Maiolo “frazione di Rimini”, il messaggio è stato lo stesso, ovvero, non siamo i soli a pregare per la nostra nazione Italia e per le autorità costituite. Il Signore, Dio degli eserciti  ci ha rafforzato e benedetto. Egli è fedele, si è ricordato,  si ricorda  e  si ricorderà di usare misericordia verso l’Italia, perché il nome di Yeshua il Nazareno è invocato sopra di essa giorno e notte con piena fiducia. Perché la bontà del Signore degli eserciti non ha fine.

 

Abbiamo del continuo benedetto Israele, la nazione che Dio-Elohim si è scelta per benedire il mondo intero nella sua sovranità  “ .. in te (Israele) saranno benedette tutte le famiglie della terra. Genesi 12: 3”, supplicando protezione per il popolo Ebraico e per l’aliya del popolo Ebraico disperso in tutto il mondo. E non ci siamo dimenticati di supplicare e invocare il Signore per le nazioni, e per la relazione Israele – Italia.

 

In tutto il tempo sentivamo pioggie di benedizioni e di Spirito Santo che ci riempivano, e salutavamo ogni passaggio con il suono dello shofar. 

 

Conclusione con la cena del Signore e poi con la cena fraterna prima del commiato, tutto alla lode del nostro Signore Yeshua.

Al prossimo appuntamento a Dio-Elohim piacendo.

 

 

      Friday Osague

Direttore Preghiera Italia

    (Preghiera Sicilia)

Giornata di digiuno e preghiera a Cusercoli (FC) L'importanza del benedire “...l 'ho benedetto e benedetto egli sarà” Genesi 27.33

27 Luglio 2014

Israele sta combattendo un 'aspra e contestatissima battaglia a Gaza mentre l'Italia e l'Europa fanno i conti con una crisi economica e sociale insidiosa e preoccupante che le sta investendo da vari anni. Il gruppo del Ministero Preghiera Italia, Consociato di Prayer Canada, di fronte a questi eventi ha impugnato un 'arma alquanto efficace e quanto mai necessaria: la preghiera con digiuno.

La giornata si è svolta a Cusercoli (FC), domenica 27 luglio, in un accogliente agriturismo immerso nel verde dell' appennino Emiliano- Romagnolo e in una comunione fraterna speciale.

Il confronto sull'attuale momento storico e la  lettura degli eventi in chiave escatologica  ci ha reso ,se possibile, ancora più sensibili e consapevoli di vivere tempi profetici molto prossimi al ritorno di Yeshua : ciò rende urgente  la preghiera per le autorità in ubbidienza a I Timoteo 2:1-3.

Molti sono stati i momenti di confronto e di preghiera. Già dalla mattina  abbiamo iniziato  a pregare gli uni per gli altri in cerchio e a rotazione ricevendo le prime benedizioni (Dove due o tre sono radunati, qui è la presenza di Dio) e durante le testimonianze personali è accaduto qualcosa di nuovo: la condivisione autentica della  propria esperienza di fede con gli altri  per crescere insieme ed uniti nella conoscenza di Yeshua .

Importante il momento d'intercessione per i politici italiani e per alcuni stati europei e del Sudamerica per abbattere lo spirito di antisemitismo che ricomincia a farsi sentire più vigorosamente come in Francia, Austria, Svizzera, Turchia, Belgio ed Italia con attentati , proteste e gli insulti scritti sui muri come è accaduto a Roma nonostante le autorità governative tentino di rassicurare la Comunità Ebraica dei propri paesi. Gli ultimi eventi a Gaza e la malainformazione globale che accusa Israele di genocidio e crimini contro il “popolo” Palestinese fanno riflettere ed intercedere per il popolo Ebraico: la situazione sta cambiando e  Gaza potrebbe ritornare sotto controllo israeliano ma il conflitto potrebbe allargarsi alle nazioni limitrofe come Siria, Giordania Libano, Libia ed Iran sempre in agguato. Sembrano avvicinarsi i tempi di Ezechiele 37 e 38 . La nostra preghiera è stata che Israele possa difendersi e respingere ogni attacco, che la popolazione Ebraica sia protetta e possa riconoscere Yeshua come Messiah. Per raggiungere questo abbiamo pregato affinché  le proclamazioni di Preghiera Italia siano unite a quelle di  Preghiera Israele. In tutto questo vogliamo essere trovati pronti per tempi a venire e per il ritorno di Yeshua.

“ I nostri passi si sono fermati alle tue porte o Gerusalemme ; Gerusalemme che sei costruita come una città ben compatta .... pregate per la pace di Gerusalemme !Quelli che ti amano vivano tranquilli! Ci sia pace all'interno delle tue mura e tranquillità nei tuoi palazzi.  Per amore dei mie fratelli e dei miei amici io dirò:La pace sia dentro di te! Per amore della casa del Signore del nostro Dio, io cercherò il tuo bene! Salmo 122”

 

Il fratello Friday Osague, direttore di preghiera Italia, ha letto poi una lettera giunta via mail dal Canada. Il fratello Kelvin Beckstead, attuale direttore del ministerio Prayer Canada subentrato al fondatore Arne Bryan, incoraggia ad andare avanti nella preghiera d'intercessione per le autorità.

La benedizione di Dio è sempre stata con noi ad ogni proclamazione e ad ogni intercessione specifica e sappiamo che nel mondo spirituale, si stanno rimuovendo macigni dalla nazione italiana.

I tempi sono maturi perchè l'Italia sia liberata e l'Evangelo della Grazia possa raggiungere più cuori possibili e possa aggiungere anche nuovi intercessori in rappresentanza delle 20 Regioni Italiane, di ogni singolo Comune Italiano e che gli intercessori di Preghiera Italia vengano invitati a turno nel Parlamento Italiano per benedire il Parlamento stesso e i suoi rappresentanti.  “ Esorto dunque, prima di ogni altra cosa, che si facciano suppliche, preghiere, intercessioni, e ringraziamenti per tutti gli uomini, per i re, e per tutti quelli che sono costituiti in autorità, affinchè possiamo condurre una vita tranquilla e quieta in tutta pietà e dignità.....”I Timoteo 2:1-4

 

La giornata d'intercessione si è chiusa con la condivisione della cena del Signore dopo aver letto I Corinzi 11:23-34.

 

Prima di salutarci e darci appuntamento per una nuova giornata d'intercessione prevista per  settembre abbiamo cenato insieme ripieni di gioia e di benedizioni.

 

Shalom.

 

Emanuela Candoli

Giornata di digiuno e Preghiera

Cusercoli (FC) 29 Giugno 2014

“Cercate il Signore e la Sua forza, cercate sempre il Suo volto!” 1 Cron. 16:11

“se il mio popolo, sul quale è invocato il Mio Nome, si umilia, prega, cerca la Mia faccia e si converte dalle sue vie malvagie, Io lo esaudirò dal cielo, gli perdonerò i suoi peccati, e guarirò il suo paese.

I Miei occhi saranno ormai aperti e le Mie orecchie attente alla preghiera fatta in questo luogo.” 2 Cron 7:14-15

In un bel numero siamo saliti sul monte. In un bel numero abbiamo deciso di ritirarci per cercare il volto del Signore e restare in attesa nella Sua presenza.

Una giornata dedicata alla preghiera individuale e collettiva per rimuovere gli ostacoli spirituali e per poter essere intercessori efficaci in questo ministero di preghiera.

La giornata è iniziata con un tempo di adorazione collettiva e di riflessione su Matteo 7:21-22 “Non chiunque mi dice: Signore, Signore! entrerà nel regno dei cieli, ma chi fa la volontà del Padre Mio che è nei cieli. Molti diranno in quel giorno: “Signore, Signore, non abbiamo noi profetizzato in nome Tuo e in nome Tuo cacciato demoni e fatto in nome Tuo molte opere potenti?”  

E’ possibile essere credenti col cuore diviso?

E’ possibile essere figli di Dio e nello stesso tempo stare con un piede nel regno del diavolo?

Il Signore Gesù continua e dice che se una persona non ha fatto la volontà del padre Suo: “ti dirò spiacente, non ti conosco. Sei un operatore di iniquità perché hai fatto tutto con l’anima doppia” 

Per questo grande pericolo mortale è molto importante pentirsi, ravvedersi veramente davanti a Dio e arrendersi nelle sue mani.

Dobbiamo fare molta attenzione allo spirito di non perdono, all’egoismo, alla lussuria, a bramare cose altrui.

Abbiamo chiesto che Dio ci mostri la verità su noi stessi, su dove ci troviamo, sulla via che stiamo percorrendo.

Abbiamo chiesto che il Signore sradichi dal nostro cuore lo spirito del mormorio, di lamentela, della lingua acida, della gelosia, dell’orgoglio o di ribellione, perché se non lo facciamo, inconsapevolmente, consegniamo la nostra casa alla distruzione del diavolo.

E soprattutto ora che stiamo vivendo tempi in cui l’iniquità aumenta, quando il male viene chiamato bene e il bene male, tempi in cui l’amore dei più si sta raffreddando.

Abbiamo chiesto a Dio che investighi in profondità la nostra vita, anche l’angolo più buio del nostro essere.

Abbiamo proseguito con un tempo di lettura e preghiera individuale concludendo questa prima parte con un tempo di lode e adorazione.

La seconda parte della giornata è continuata con la breve storia del Ministero  Cristiano di intercessione  Prayer International ed in particolare Preghiera Italia.

La chiave di questo ministero è 1 Timoteo 2:1-2 “ esorto dunque, prima di ogni altra cosa, che si facciano suppliche, preghiere, intercessioni, ringraziamenti per tutti gli uomini, per il re e per tutti quelli che sono costituiti in autorità, affinché possiamo condurre una vita tranquilla e quieta in tutta pietà e dignità”

La visione del fondatore di questo ministero, Arne Bryan, è di vedere mantenute poste di preghiera in ogni nazione, e l’Italia si allinea a questa sua visione attraverso l’intercessione dei cristiani disposti a fare turni di veglia sulle mura per la loro nazione, anche se potrebbe  apparire  cosa folle pregare ed  intercedere mentre il mondo bestemmia i suoi politici.

Abbiamo proseguito con preghiere in gruppi di due (Giacomo 5:16) per fortificarci e incoraggiarci l’un l’altro.

L’ultima parte e la più cospicua è stata dedicata alle suppliche per l’Italia, per i suoi governanti. In particolare, ognuno di noi ha pregato per la città in cui vive, per i sindaci di Rimini – Andrea Gnassi, di Ravenna – Fabrizio Matteucci, di Forlì – Davide Drei, di Bellaria – Enzo Ceccarelli e a seguire. Abbiamo chiesto timore di Dio sopra ogni loro azione, saggezza e sapienza nelle decisioni e nei programmi, per loro e per i loro aiutanti e consiglieri. Per le loro famiglie, e per tenere un giusto atteggiamento riguardo Israele.

Abbiamo supplicato Dio per le cariche più alte dello stato italiano – Presidente della Repubblica – Giorgio Napolitano - che possa finire il suo mandato guidato da uno spirito di giustizia e imparzialità; Presidente del Consiglio dei Ministri – Matteo Renzi – per lasciarsi  sempre guidare da un timore santo di Dio nelle nuove leggi da adottare; per i Presidenti delle Camere: Pietro Grasso del Senato e Laura Boldrini dei Deputati.

Altrettanto abbiamo supplicato Dio per i presidenti dei nostri paesi di origine di alcuni di noi:

Nigeria - Goodluck Jonathan che Dio intervenga attraverso lui per distruggere le forze malefiche del terrore del movimento di Boko Haram, liberare le ragazze rapite e sostenere le loro famiglie, Perù – Ollanta Humala; Romania – Traian Basescu che Dio possa benedire con pace e timore santo i nostri paesi.

Una preghiera sentita e particolare è stata innalzata per il ministro dell’istruzione Stefania Giannini e per i nuovi progetti istruttivi che sta valutando di introdurre nelle classi dei bambini di scuole materne ed elementari.

Nei prossimi sei mesi tocca all’Italia la Presidenza di turno del consiglio dell’Unione Europea, ed è stata buona occasione ricordare il ministro degli Affari Esteri, la Signora Federica Mogherini.

Che Dio la possa incontrare nella sua via contro Israele come ha fatto con Saulo!

E come l’ultimo punto ma non meno importante per il cuore del Signore, abbiamo ricordato Israele.

Per la pace ai suoi confini, per l’unità del suo territorio e dei suoi abitanti, per il nuovo Presidente, per il Primo Ministro Benjamin Netanyahu, per i suoi governanti, per l’esercito e i suoi generali che devono prendere decisioni importanti e urgenti, per la diaspora ebraica che deve fare aliya, per il ministerio di Eben Ezer operazione Exodus e perché possano aprirsi le porte dell’Ucraina e i figli d’Israele scappino davanti ai loro cacciatori prima che sia troppo tardi.

Una giornata intensa e bella che non poteva concludersi altrimenti che con la Cena del Signore e con il suono di vittoria dello shofar!

E la replica è venuta spontanea: ripetiamo questa esperienza.

Shalom – Dio ci faccia del bene

Shalom – Dio ci renda completi

Shalom -  Dio ci faccia prosperare

Shalom – Dio ci guarisca

Shalom – Dio ci arricchisca di ogni benedizione materiale e spirituale!

 

Mariana Cosma

Momento del Pregare Settimanale

17/03/2014

La rete di Preghiera- “La Catena di Preghiera”

 

Lunedì sera

Raccomando ed esorto durante la nostra preghiera quotidiana, d’intercedere secondo il mandato a Preghiera Italia come è scritto in 1 Timoteo 2:1-4 per le autorità costituite in Italia, locale e nazionale.

 

“ Questo è buono e gradito davanti a Dio, nostro Salvatore 1 Timoteo 2:3”

 

Teniamoci informati costantemente sugli avvenimenti correnti nel nostro paese

 

Friday Osague

Direttore preghiera Italia

Giornata della memoria

27 Gennaio 2014

In occasione della giornata della memoria per ricordare la Shoah ( lo sterminio del popolo ebraico), Preghiera Italia, Ministero Cristiano di Preghiera ed intercessione vi parteciperà con una preghiera solenne per implorare il perdono e la misericordia dell’Iddio Onnipotente, il Santo di Israele per le leggi razziali e la persecuzione italiana dei cittadini ebrei.

 

Ricordiamo con onore i cinquecentoventiquattro (524) insigniti Italiani.

 

Invitiamo tutti i credenti in Gesù Cristo ed intercessori nelle città ove erano presenti i cittadini ebrei durante la persecuzione, a pregare per il perdono di Dio, per le responsabilità delle nostre autorità e le complicità della cittadinanza.

 

Se il mio popolo, sul quale è invocato il mio nome, si umilia, prega, cerca la mia faccia, e si converte dalle sue vie malvagie, io lo esaudirò dal cielo, gli perdonerò i suoi peccati, e guarirò il suo paese.

2 Cronache 7:14

 

Benedizioni 

 

Friday Osague

Direttore Preghiera Italia

Please reload

  • Wix Facebook page

Proudly created by Fabio with Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now